Hossenshiki

hossenshiki1

Secondo la tradizione, la cerimonia Hossenshiki consacra uno shusso come primo discepolo, o "monaco di prima fila" al termine dei tre mesi che dura tradizionalemente la sesshin chiamata kessei ango.

 La recente evoluzione delle regole della scuola Soto, permette ormai d'organizzare questa cerimonia in modo ufficialmente riconosciuto. Hossenshiki vuol dire letteralmente "cerimonia del combattimento del Dharma" durante la quale lo shusso mostra la sua maturità rispondendo a delle domande sul Dharma. Questi "combattimenti dharmici" si ritrovano in molte scuole buddhiste e hanno origini molto lontane.

Prima della cerimonia, il "koan radice" ed un suo commento sono scritti su un cartello appeso a un pilastro nella sala del Dharma. Questo koan radice riprende il famoso mondo tra l'imperatore Liang e Bodhidharma:

L'imperatore: Qual è la verità sacra del buddhismo? Bodhidharma: Un vuoto infinito e nulla di sacro. L'imperatore: Chi è di fronte a me? Bodhidharma: Non lo so.

E' cosa lieta che questi rituali della trasmissione del Dharma, riconosciuti dall'insieme della scuola zen Soto, possano svolgersi in Europa. Era uno dei desideri del Maestro Deshimaru che è stato infine esaudito. Speriamo che questo dia più forza ai suoi successori e ai loro discepoli per continuare a trasmettere il Dharma del Buddha, contribuendo così alla felicità e alla liberazione di tutti gli esseri.

Maestro Yuno Rech,

Tags: Roland Yuno Rech

Stampa Email

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok Rifiuta